RICERCA NAZIONALI CALCIO RISTORATORI PER PARTITE BENEFICHE CAMPIONATO SQUADRE

nirLa NIR (Nazionale Italiana Ristoratori) desidera proporre anche in Irlanda l’organizzazione di un campionato internazionale di calcio fra ristoratori.

Si allega qui di seguito il comunicato della NIR con i dettagli del progetto, invitando i ristoratori italiani in Irlanda interessati a contattare direttamente tale organizzazione per eventuali accordi. Continue reading “RICERCA NAZIONALI CALCIO RISTORATORI PER PARTITE BENEFICHE CAMPIONATO SQUADRE” »

SERATA DEDICATA ALLA STORICA FIGURA DI GIUSEPPE CAPRANI

InteG Capranirested in the the history of famous Italians in Irlanda?

If so, don’t miss an evening on Thursday the 23rd of October at the Italian Institute of Culture (11, Fitzwilliam Square, Dublin 2) at 6.30 pm.

The evening (with a brief presentation by Concetto La Malfa, Editor of this website and author of PRESENZA ITALIA IN IRLANDA,  a talk by Joan Caprani Broe, author of “The Man from Vercana” and the screening of a documentary) is devoted to Giuseppe Caprani, a printer/inventor who left a mark in the history of Ireland.

                                     ADMISSION FREE – ALL WELCOME 

 

Cena ecumenica dell’Accademia Italiana della Cucina all’Unicorn Restaurant

Un successo la Cericena Ecumenica organizzata ieri sera 16 ottobre 2014 all’Unicorn Restaurant di Dublino dalla delegazione irlandese dell’Accademia Italiana della Cucina. Come vuole la tradizione la cena aveva un tema culinario specifico “il riso”. Presente  l’Ambasciatore italiano Giovanni Adorni Braccesi, che ha rivolto il saluto agli intervenuti, i gentebravi cuochi del ristorante hanno preparato per un congruo numero di ospiti, composto da accademici e loro amici, quattro portate di specialità di riso, dagli arancini come antipasto ad un memorabile risotto con funghi porcini e tartufi, da un piatto di guancia di manzo con riso e carciofi al dessert anch’esso a base di riso. Il Presidente della delegazione Dr Paolo Zanni ha intrattenuto i presenti con disquisizioni attinenti alla produzione e vari tipi di riso nel mondo. Versatile, digeribile e aperto a forme infinite di sperimentazioni culinarie, il riso è l’ingfoodrediente globale per definizione. Appartiene a numerose culture alimentari e da queste si fa permeare e modificare continuamente, in un gioco alimentato dall’avvicinamento delle cucine etniche sbarcate anche alle nostre latitudini e dall’espansione delle “dottrine fusion”. L’utilizzo del riso è differenziato e spalmato su più portate: dai primi ai contorni fino alle insalate e al dessert. Il 76% degli italiani lo ordina al ristorante e per le famiglie è un alimento irrinunciabile.

Review-Preview di Eventi Culturali

Periodo molto intenso di eventi culturali organizzati o con la partecipazione dell’Istituto Italiano di Cultura a Dublino.

Martedì 14 ottobre, pressoLUZI la Georgian Irish Society di Dublino, in collaborazione con la Società Dante Alighieri (Fondazione Mario Luzi) di Cork e Poetry Ireland è stato lanciato il libro “IL FILO DELLA VITA” di Alessandro Gentili. Quest’ultimo, ieri 15 ottobre, presente l’Ambasciatore italiano Giovanni Adorni Chiassi, ha tenuto una conferenza sul famoso poeta italiano Mario Luzi all’Istituto Italiano di Cultura.

In tema di libri, domani 17 ottobre, alla Bishopstown Library di Cork, l’Istituto Italiano di PerissinottoCultura, in collaborazione con il Department of Italian–UCC,  la Società Dante Alighieri-Cork , Cork City Libraries e l’Associazione Irlanda Italiana presenteranno una serata con Alessandro Perissinotto e Stefano Petrocchi. Alessandro Perissinotto parlerà del suo romanzo “Le Colpe dei Padri”, mentre Stefano Petrocchi, Direttore dalla Fondazione Bellonci, parlerà del prestigio del Premio Strega di cui la Fondazione è promotrice.

Con l’occasione ricordiamo ai nostri lettori che dal 20 al 25 ottobre sono in programma numerosi eventi nel quadro delle Celebrazione della Settimana della Lingua italiana, a cura dell’Istituto Italiano di Cultura (vedere il programma dell’IIC)

European Qualifiers: Brave Irish hold Germany to a draw (1-1) in Gelsenkirchen

It was with a sense of relief that the Irish Ger Irefans, both in Gelsenkirchen stadium and at home, welcomed the end of the first half of this memorably testing match with a 0-0 scoring line. In spite of the relentless German raids into the Irish half, with a 5th minute shot by Bellarabi saved by the Irish bar, the boys in green managed to contain their opponents to a draw. At the end of the first 45 minutes, watching the match on RTE2, we had to endure once again the idiotic  commentary, especially by Eamon Dumphy who, together with his colleagues, lamented a poor performance by the O’Neill’s eleven, almost disregarding the fact that they were playing against the World Champions in their own backyard.

The tune of the commentary changed at the end of the match when, after resisting protracted attacks by the hosts bravely saved by Forde, and suffering a goal by Kroos on the 71st minutes, the Irish took on the Germans with determination, especially during the last 15 minutes, and were rewarded with a goal by John O’Shea on the 93rd minutes.  

Qualificazioni Europee: Malta 0 – Italia 1

Azzurro opaco a Malta: una vittoria con molte omitaly Maltabre            Servizio di Matteo Martino

Ancora una partita scialba, ancora un passo indietro per la Nazionale di Antonio Conte in un incontro che ha detto poco ma che porta, in ogni caso, tre punti. Gli Azzurri mai hanno brillato in incontri simili ed anche in questa occasione hanno confermato il trend della nostra nazionale contro le “piccole”; parliamoci chiaro alla fine i tre punti sono arrivati e questo è alla fine quello che davvero conta perché sulla carta si tratta di tutto quello che rimane e gli Azzurri sono a nove punti e viaggiano decisamente spediti verso la Francia con, tra le altre cose, la sicurezza di affrontare gli impegni più duri del girone a punteggio pieno. Il protagonista della gara è stato il giovane arbitro rumeno, il direttore di gara ha infatti prima espulso Mifsud, capitano di Malta, per un fallo duro ma passibile di giallo su Florenzi, ha poi inanellato una serie di errori sino alla espulsione finale di Bonucci che sa più di compensazione che di giusta decisione disciplinare. Antonio Conte può registrare il buon esordio di Graziano Pellè, emigrato del pallone, che ha segnato valanghe di gol in Olanda e sta trovando fortuna in Premier League ma che ha avuto poche, pochissime, chance in casa sua, in Serie A. Male invece Verratti, la giovane stella del PSG non ha brillato ed agli Azzurri sono mancate le sue geometrie e le sue verticaliazioni; il calciatore nativo di Pescara perde una occasione e forse dimostra di non essere ancora pronto per guidare la Nazionale, d’altro canto però questa non può e non deve essere per nessun motivo una bocciatura perché la giovane età del giocatore ci induce a pensare che il tempo è dalla sua parte e presto prenderà per mano i suoi compagni per guidarli in campo. La Nazionale, bene o male, continua insomma la sua marcia ed aspettiamo di vederla in impegni più impegnativi dove speriamo possa tirare fuori grinta ed attributi come già successo contro Olanda e Norvegia.

Discovering hidden gems in Ireland

KEHOE’S PUB PARLOUR & MARITIME MUSEUM in Kilmore Quay, Co. Wexford, is a hidden gem of quaintness and excellent food.

Ireland massacre Gibraltar (7-0) at the Aviva Stadium

The 7-0 win by the20141011_165147 Republic of Ireland over novice Gibraltar to-day at the Aviva stadium in Dublin is something short of a massacre.

A spirited Irish squad, on their second Euro 2016 qualifying game, outclassed their opponents in a match which had all the connotations of a practice game,  hardly seriously tested by their very modest guests.

Three goals by Roby Keane in the first half,  two by McClean, one by Hoolahan and a Gibraltar goalkeeper’s own goal in the second half, was the heavy scoring line which places the Republic of Ireland on top of the table in Group D with 6 points. The real test for Ireland will come on Tuesday when they face world champions Germany away from home. Who knows? Under Trapattoni the Irish squad did manage a couple of times to hold very strong opponents to a draw. If O’Neill’s team manage to do that in Germany, their qualification to Euro 2016 could be well assured.  (C. La Malfa)

XIV SETTIMANA DELLA LINGUA ITALIANA

Istituto FOgni anno gli Istituti Italiani di Cultura di tutto il mondo dedicano una settimana alle celebrazioni della Lingua Italiana su un tema specifico. Il tema delle celebrazioni di quest’anno è: “Scrivere la nuova Europa: editoria italiana, autori e lettori nell’era digitale”. L’Istituto Italiano di Cultura a Dublino, in collaborazione con altri enti culturali e associati, ha organizzato, dal 20 al 25 ottobre p.v., una miriade di eventi presentati nella propria sede di Fitzwilliam Square o in sedi esterne. Cliccate qui per il programma in sintesi degli eventi.

Every year the Italian Cultural Institutes around the world devote a week to the celebrations of the Italian Language on a specific theme. The theme of this year’s celebrations is: “Writing the new Europe : Italian publishers, authors and readers in the digital age.

The Italian Institute of Culture in Dublin, in collaboration with other cultural institutions and associates, has organized a myriad of events from the 20th  to 25th  of October presented at its premises in Fitzwilliam Square or at external locations. Click here for the schedule of events.

Readers of this website are informed that ITALIA STAMPA and its Editor are involved in the following event which is part of the celebrations:

Giovedì -Thursday – 23.10.2014 – 7.00pm – IIC Dublino in association with Italia Stampa.

Presentazione libro e proiezione documentario - The man from Vercana.   (in English) Introduzione di Concetto La Malfa, Editore della rivista Italia Stampa www.italvideonews.com.

Joan Caprani Broe parlerà del suo libro intitolato The Man from Vercana commemorativo della figura storica di Giuseppe Caprani, suo antenato, inventore e tipografo che ha lasciato un segno indelebile nella storia d’Irlanda. La presentazione sarà seguita dalla proiezione del documentario dallo stesso titolo, prodotto da Cliff Caprani in Canada.

After an introduction by Concetto La Malfa, Editor of Italia Stampa magazine - www.italvideonews.com, Joan Caprani Broe will talk about her book “The Man from Vercana” on the historical figure of her ancestor Giuseppe Caprani, printer and inventor who left an indelible mark on the history of Ireland. The presentation will be followed by the screening of Cliff Caprani’s documentary of the same title.

QUALIFICAZIONI EUROPEE: L’ITALIA BATTE L’AZERBAIJAN A PALERMO (2-1)

Poco gioco e tanta grinta, Italia avanti piano 

Servizio hi-res-ae06c11c76c5b0e7d589a114f3eeaa85_crop_northdi Matteo Martino

Poca lucidità, geometrie non perfette e tanti errori, una partita decisamente sottotono quella degli Azzurri a Palermo; una partita che ha mostrato un passo indietro rispetto alle più brillanti uscite contro Olanda e Norvegia ma che allo stesso tempo ci ha fatto constatare che la squadra di Conte ha qualcosa che forse mancava al team in precedenza in mano a Cesare Prandelli, la grinta. Al cospetto dell’Italia, sul prato del Renzo Barbera, scende il modesto Azerbaijan, compagine non all’altezza ma che si presenta senza fronzoli e con molto ordine; la piccola nazionale dell’estremo est europeo infatti si dispone a protezione della propria porta e costringe l’Italia ad una manovra lenta e compassata. Il gioco pare funzionare tanto che solo allo scadere e su calcio d’angolo si riesce a trovare il vantaggio grazie a Chiellini. La partita vivacchia sino alla fine quando il duo Buffon – Chiellini pasticcia regalando il pari agli Azeri , sempre su calcio d’angolo dato che di azioni manovrate davvero non se ne sono viste. A testimonianza di una partita davvero con poco da dire il 2-1 Azzurro arriva sempre su calcio da fermo, e sempre grazie alla testa di Chiellini; i tre punti arrivano ma il gioco è stato blando e gli unici sprazzi li regala Giovinco che, dalla panchina, entra a fine partita e vivacizza il gioco colpendo anche una traversa. In chiusura si sottolinea come lo Stadio di Palermo ha visto per l’ultima volta un match internazionale, il motivo? Semplice, la Uefa pretende stadi a cinque stelle di classe A per queste partite ed in Italia semplicemente non ve ne sono; gli unici impianti che possono fregiarsi della Licenza Uefa come Top Stadium sono San Siro, l’Olimpico di Roma e lo Juventus Stadium. Una volta l’Italia era un tempio del calcio, adesso stiamo scivolando inesorabilmente tra le seconde linee e, francamente, non sembra proprio che la marionetta di Lotito, ossia il “giovane” Tavecchio, possa cambiare qualcosa.